19 Giu 2015

Water Alliance: 7 aziende idriche a confronto sulla qualità dell'acqua

Convegno di approfondimento sul tema Idrico 

19 giugno 2015  
In collaborazione con Water Alliance 
Abbazia benedettina di San Paolo d’Argon (BG)


L’acqua del rubinetto dei territori della Water Alliance è tra le migliori d’Italia e tra le meno care d’Europa: è quanto emerso dal convegno del 19 giugno a San Paolo d’Argon, che ha riunito storici, nutrizionisti, responsabili dei Laboratori analisi, amministratori e politici nell’abbazia benedettina per fare il punto sulla qualità dell’acqua di rete.
L’iniziativa è stata promossa da Uniacque, Gruppo CAP, Brianzacque, Padania Acque, Gruppo Lario Reti, SAL e Pavia Acque, sette aziende pubbliche del servizio idrico lombardo che garantiscono ogni anno oltre 500 milioni di metri cubi d’acqua a più di metà Lombardia, in 898 Comuni nei quali vivono 5 milioni e mezzo di cittadini.In aprile le sette aziende hanno avviato il progetto “Water Alliance, Acqua di Lombardia”, la prima joint venture dell’acqua.

A Bergamo il primo passo concreto: al termine del convegno, è stato attivato un gruppo di lavoro permanente tra i laboratori analisi per avviare sinergie e studiare risposte comuni alle criticità emergenti.

“Lo scopo della Water Alliance è fare squadra per trovare insieme le soluzioni ottimali alle esigenze di un territorio che cambia. Oggi non basta più portare nelle case acqua buona: la sfida è riuscire a farlo in modo sostenibile - aggiunge Alessandro Russo, presidente del Gruppo CAP e coordinatore della Water Alliance -. Le nostre aziende esaminano quasi 50mila campioni ogni anno, studiano ogni possibile fonte di inquinamento, costruiscono reti interconnesse, portano acqua di qualità dove c’è carenza, investono in nuove tecnologie e ricerca e sviluppo”.
Nella tavola rotonda conclusiva, gli amministratori delle sette aziende idriche e il presidente di Confservizi Cispel Lombardia Giovanni Bordoni si sono concentrati sul tema “Verso una rete di laboratori: buone pratiche al servizio dei cittadini, delle imprese e dei territori”. La tavola rotonda è stata moderata da Giuseppe Viola, direttore generale di Confservizi Lombardia.

 

 

 

Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.